Expressionist (eolic) city

Imagine other models expressionist buildings based on the model herby indoor:

expressionist tower 02

 

 

 

A tower with a very high internal square,

 

expressionist architecture

 

 

A home wind power giant with a high internal square,

 

eolic building

Building guard door zoomorphic.

Expressionist building 02

expressionist building

 

All together can form a fantasy city

expressionist city

 

expressionist city 02

 

EXPO HERBY

Herby + Personal Rapid Transit (PRT) si presta ad essere applicato anche su edifici esistenti.

Di seguito un esempio che trasforma le torri realizzate, ma in gran parte inutilizzate, dall’immobiliarista Ligresti a Milano a ridosso dell’autostrada e dell’area EXPO 2015.

EXPO 2015

Il percorso rampe-giardini pensili rende “accessibili pubblicamente” i primi 3-4 piani degli edifici e ospita la fermata di un sistema di trasporto pubblico leggero sopraelevato che potrebbe collegare l’area dell’EXPO 2015 (e della fiera) ed aree più centrali di Milano come  Montestella o “Portello”.

EXPO MILANO alternativa

 

 

GREEN EXPO 2015

Un’idea che promuove la riqualificazione innovativa contro la nuova edificazione o la mera conservazione.

EcoMobility expo

 

Herby space colony

From the considerations made in the previous examples, Herby indoor and Expressionist you get easily imagine Herby colony.

space colony herby 01 03

A space colony with two Herby indoor connected and placed in rotation for artificial gravity.

space colony

The idea can be tested before on planet earth with prototypes, for example, in the mining of fossil fuels on the planet in the far north (Alaska, Siberia …).

Colonize the most inhospitable places on the planet is still easier to colonize space. (even with the worst predictions of future ecological catastrophes)

The constant use of public space helical, internal herby indoor, based on the historic road and onto the green, reduce stress from living in the land to pass extraterrestrial …

Given the success of the reservations of the Virgin Galactic project,  you can think of to finance these colonies also with space tourism…

space colony steps

space colony herby 02

IT.

Dalle considerazioni espresse nei precedenti esempi: Herby indoor e Herby Expressionist  si arriva facilmente ad immaginare Herby colony.

Una colonia spaziale con due herby indoor collegati e posti in rotazione per ottenere la gravità artificiale.

L’idea può essere prima collaudata sulla terra con prototipi realizzati, per esempio, nelle zone di estrazione di combustibile fossile dell’estremo nord del pianeta (alaska, siberia…).

Colonizzare i posti più inospitali del pianeta è comunque più semplice che colonizzare lo spazio. (anche con le peggiori previsioni di future catastrofi ecologiche)

L’utilizzo costante dello spazio pubblico elicoidale, interno a herby indoor, basato sulla strada storica e sul verde, ridurrebbe il trauma nel passare dall’abitare terrestre a quello extraterrestre…

Visto il successo delle prenotazioni del progetto Virgin Galactic si può pensare di finanziare queste colonie anche col turismo spaziale…

Expressionist (eolic) Herby indoor

I guess this building located in a windy, desolate area of the far north of the planet, where you work to extract resources for energy-consuming human civilization today.
Inspired by the works of artists such as Edvard Munch and Francis Bacon, from the designs of the architect John Hejduk and from reading the book by Laurence Smith “The world in 2050”.

E’ una delle tante forme che può assumere Herby indoor.

Immagino questo edificio situato in una ventosa e desolata zona dell’estremo nord del pianeta, dove si lavora ad estrarre le risorse  per l’energivora civiltà umana odierna.    Ispirato dalle opere di artisti come Edvard Munch e Francis Bacon, dai disegni dell’architetto John Hejduk e dalla lettura del libro di Laurence Smith  “2050, il futuro del nuovo Nord”.

expressionist herby

expressionist tower section

eolic tower 2

korn building

eolic tower expressionist

Approfondimenti

In an unspecified Venetian “field” where stands the house of the inhabitant “who has refused to participate”.

In front of it rises a tower built out of stone, from which any citizen may observe unseen the inhabitant of the refusal, by means of a play windows-mirrors.   John Hejduk  1978.

Uno sviluppo interno di Herby indoor direttamente ispirato al progetto di Hejduk : “casa dell’abitante che rifiuta di partecipare”

eolic tower section

Expressionist indoor field

Expressionist city tower

Expressionist indoor tower

eco tower section

Evoluzione Herby “indoor”

Lo spazio pubblico nelle aree del pianeta dove la crescita urbana è  più imponente sta evolvendo verso modelli “indoor”: Questi spazi  sono, sempre più frequentemente all’interno di edifici, chiusi, sorvegliati, climatizzati.  Tale mutazione dipende da diverse cause, le principali sono :

  • L’invasione e la conseguente distruzione dello spazio pubblico tradizionale (formato da strade e piazze) da parte del traffico automobilistico con la conseguente estromissione del pedone.
  • Il fatto che lo sviluppo urbano più accelerato sta avvenendo in aree caratterizzate da climi estremi.
  • Che questo rapido e consistente sviluppo di concentrazioni metropolitane  genera frequentemente  squilibri sociali che compromettono la sicurezza pubblica.
  • Che molte di queste aree in crescita sono infestate da virus di malattie endemiche e da insetti portatori.

trafficjam

Spazio pubblico invaso dal traffico automobilistico

Queste considerazioni hanno fatto nascere l’idea di un HERBY “indoor” dove la caratteristica rampa inverdita diventa ancor più simile ad una strada in salita contenuta, proprio come in un centro storico, da ambo i lati da una sequenza di facciate alte 4-5 piani e chiusura superiore. 

herby indoor 03

La strada elicoidale interna è illuminata naturalmente da lucernai zenitali e da ampie e varie aperture laterali ricavate nel corpo di fabbrica  perimetrale.

Dal punto di vista tipologico l’edificio è formato da un semplice fabbricato a corte con ballatoio interno che racchiude una torre herby centrale.

herby old city

La sezione evidenzia la varietà dello spazio pubblico interno della soluzione base a pianta quadrata    (L’aspetto classico serve ad evidenziare la similitudine con una strada  di un centro storico tradizionale italiano).

urban tower

La valenza dell’idea risulta evidente soprattutto considerando  la facile  impostazione tipologica, in grado di articolare lo spazio pubblico interno combinandosi con semplici variazioni del corpo perimetrale.

Indoor city

Lo schema sopra evidenzia la varietà delle forme con la possibilità di integrare lo spazio elicoidale interno con altri di maggiore dimensione, ma sempre indoor.

 I vantaggi di HERBY INDOOR :

Razionalizza la tipologia herby in quanto distribuisce la relativa complessità della rampa inclinata all’interno di una volumetria ordinaria molto più consistente, riducendo quindi, proporzionalmente, i costi complessivi.

La notevole dimensione e regolarità del volume climatizzato, unita  al fatto che l’involucro isolante non è più in corrispondenza della rampa, come nella soluzione aperta, semplifica e rende molto più economica questa versione di herby.

Consente lo sviluppo di soluzioni architettoniche ad elevata densità in grado però di mantenere la vivibilità dei centri urbani storici o spontanei.

La semplicità strutturale di questa soluzione, ottimizza l’integrazione della rampa inclinata e l’eventuale linea PRT all’interno dell’edificio.

All’interno della versione base di herby indoor, con una linea PRT a sensi di marcia sovrapposti, è possibile inserire la fermata in un modo estremamente semplice sfruttando il percorso inclinato interno per collegare i due livelli e impegnando solo un lato dell’edificio.

prt + green tower

La linea PRT  *  integrata  semplicemente all’edificio herby indoor

Con la stessa facilità, utilizzando un corpo perimetrale circolare, si può inserire  l’incrocio a rotatoria con la relativa fermata.

La nuova tipologia Herby indoor unita al PRT mantiene la stessa versatilità della versione superlight. Le caratteristiche di questa nuova versione consentono una facile integrazione con quegli  schemi urbanistici  semplificati in grado di rispondere alle rapide  crescite delle città dei paesi emergenti ma che mantengono quel minimo di vivibilità e di innovazione, in particolare nel campo della mobilità, indispensabile per uno sviluppo futuro sostenibile.

green building

green urbanism

* La Molinaroarchitettura   progettista del sistema Herby,  collabora con          Sky Cab  e   la società Greenova           (che detiene l’esclusiva per la commercializzazione in Italia)    per  ottimizzare l’applicazione del sistema  PRT  integrato agli edifici.

Herby indoor brick

Herby indoor con integrata linea PRT sospesa (versione base)

Eco building_0005

Masterplan con Herby indoor + ponte pedonale

Indoor City flower

Idea per Marshes Iraq

I territori impervi saranno quelli che consentiranno le urbanizzazioni più sostenibili; pertanto credo che il recupero dei villaggi di papiro nelle paludi del sud dell’Iraq non solo sia possibile ma potrebbe offrire un modello innovativo e attraente di green city.

Marsh Arab Village

L’idea è quella di utilizzare il nodo Herby superlight + PRT per impostare dei poli connessi che permettano di modernizzare e servire, con una moderna linea di trasporto pubblico, i villaggi di papiro in questo modo possono essere conservati integralmente, mantenendo anche la mobilità locale con le barche.

Negli edifici Herby si può agevolmente sistemare scuole negozi di vario genere, hotel, servizi medici, amministrativi e tutte quelle funzioni che consentono alle popolazioni locali di usufruire di una condizione civile contemporanea.

Le corsie sospese PRT possono contenere anche linee elettriche e telefoniche; mentre nella sua proiezione a terra si possono sistemare linee idriche e fognarie …

La torre Herby può essere dotata nella parte alta di eliporto per i collegamenti di emergenza o di rappresentanza.

eden eco city 01

Gli edifici e i sostegni delle linee strallate occupano superfici molto limitate e avranno fondazioni impostate su pali. L’aspetto architettonico della nuova infrastruttura pur avendo un aspetto decisamente contemporaneo recupera la forma dei sostegni di papiro utilizzate per le abitazioni locali come evidenziato nelle immagini allegate che, pur avendo un’impostazione schematica, rendono l’idea delle potenzialità paesaggistiche straordinarie che è possibile ottenere.

eden h6

L’idea si presta a sviluppare una seria attività turistica che può coinvolgere e dare lavoro alle popolazioni locali. Pensiamo ai barcaioli che possono portare i visitatori provenienti da tutto il mondo in un ambiente originale e assolutamente unico, esattamente come a Venezia.

Le torri superlight possono contenere alberghi di ogni tipo affacciati su un panorama senza paragoni. Un vero “Eden”.

Da tener presente che arrivare in queste zone su in veicolo PRT sospeso è di per se un’attrazione turistica.

Le torri Herby raffigurate sono di 18- 20 piani, alte 75m.   Le luci tra i vari sostegni è di circa 250metri.

Si può immaginare di realizzare una torre Herby ogni 6-7 campate, quindi ogni miglio (1,5Km) al fine di servire in maniera capillare i villaggi.

eden eco city 01

eco tower

eco PRT

L’infrastruttura urbanizzata può proseguire a terra creando un “terminale” urbano più consistente dove si possono integrare ulteriori  servizi come parcheggi scambiatori o collegamenti con linee ferroviarie, autostradali ecc.

Molinaroarchitettura opera in Iraq attraverso la società Mitaly che ha sede nella città di  Erbil. (Kurdistan)

eco bridge PRT

eden future city

Eco-city strategy

Illustriamo schematicamente una possibile strategia per uno sviluppo urbano che sia :

innovativo,   ecologico,   economicamente redditizio.

Immaginiamo una città generica di un paese nord-africano o mediorientale  con centro, periferia, strade, aeroporto.

Normalmente l’espansione di una città simile avviene saturando l’intorno, per decine di chilometri, con sprawl a bassa densità e mobilità esclusivamente automobilistica. Il risultato è che in pochi anni si crea una spaventosa congestione di traffico automobilistico che compromette spesso irrimediabilmente il futuro sviluppo della città.

Noi proponiamo un’alternativa in cui i nuovi quartieri e  un innovativo sistema di trasporto pubblico possano crescere contemporaneamente creando sinergicamente una città sostenibile nel futuro.

L’idea si basa sull’applicazione dei nodi Herby superlight (vedi articolo Herby+ PRT “superlight”)  Basta utilizzare, con un minimo di  pianificazione urbanistica, per le nuove espansioni periferiche, dei modelli compiuti, genericamente di qualche migliaio di abitazioni con relative aree commerciali a piano terra e parcheggi periferici (coperti da pannelli fotovoltaici) che formano dei quadrati di circa 500x500m.

arab eco city

L’aspetto del quartiere fa riferimento, formalmente e dimensionalmente, ad uno dei capolavori dell’urbanistica araba che è la città Yemenita di Shibam.

Al centro prevediamo di realizzare il nodo Herby superlight con le linee PRT sospese (su strutture ad arco tradizionali con i piloni contenenti scale e ascensori per distribuire le case adiacenti…)

Possiamo realizzare il tutto in tre fasi come nelle figure seguenti.

Urbanisticamente si può iniziare a sistemare i quartieri nelle zone di naturale espansione lungo le direttrici stradali principali.

Successivamente si sviluppa maggiormente le zone più appetibili come quelle tra città e aeroporto realizzando simultaneamente gli edifici Herby e dei tratti di linea PRT. (blu in figura)

Procedendo in questo modo si generano dei quartieri connessi utilizzando la rendita delle aree edificabili adiacenti per finanziare progressivamente la linea PRT.  (analogamente a quanto realizzato negli USA nell’800 con piani urbanistici  di S. Beman e N.F. Barrett su incarico del magnate dell’industria ferroviaria G.M. Pullman).

Alla fine abbiamo una nuova urbanizzazione  formata da nuclei densi e connessi ad un efficiente e razionale  sistema di trasporto pubblico basato su  linee anulari e radiali.

Attrattivi scenari  con percorsi panoramici  multilivello, giardini pensili, piazze sopraelevate si possono creare collegando vari edifici Herby e capienti parcheggi multipiano che permettono di liberare la città dalle auto favorendo i pedoni.

Il fine è avere una città compatta, pedonale, dotata di moderni mezzi pubblici, ricca di verde,  sostenibile e a misura d’uomo.

Molinaroarchitettura opera in Iraq attraverso la società Mitaly che ha sede nella città di  Erbil. (Kurdistan)